ViP Venezia Onlus

Il sorriso è come il sole scalda il cuore di chi lo riceve!

PROGETTO CON-TATTO

Vip-venezia progetto contatto scuoleNel primo fine settimana di Novembre è partito il Progetto Contatto tra gli alunni delle scuole Superiori ed in particolare  presso il Liceo XXV Aprile di Portogruaro.

Il progetto promuove il Pensiero Positivo tra gli adolescenti che utilizzeranno gli strumenti Clown quali : giocoleria, magia, acrobatica, improvvisazione e creatività entrando nella sfera di crescita personale, relazionale e stimolando l’integrazione tra i ragazzi con l’aggregazione.

 

In particolare durante gli incontri si affronteranno vari temi tra cui:

  • Educare al pensiero positivo in tutti gli ambienti di vita
  • Sensibilizzare i giovani al volontariato sociale
  • Aiutare i ragazzi a mettere in gioco le abilità e risorse nel campo della creatività , della corporeità e dell’improvvisazione
  • Acquisire competenze nel campo dell’arte circense
  • Esplicitare idee, valori e diritti sociali diffondendo modalità di lavoro basati sulla cooperazione e sull’ascolto
  • Stimolare l’impegno personale e la solidarietà sociale
  • Condivisione

 

Contatto è un progetto ricco di emozioni perché ci si immerge tra adolescenti pieni di energia con tanti punti domanda che insieme cerchiamo di trasformar ein punti esclamativi . Per raccontarvi le impressioni e le emozioni che affiorano durante il progetto pubblichiamo la condivisione ( ai clown piace tanto questo termine!!!! ) del nostro Clown Azzurro . Buona lettura!

Vip-venezia progetto contatto scuole portogruaro

Progetto ConTatto:  un progetto a cui tengo particolarmente! I ragazzi che incontriamo, non solo saranno i pilastri che sosterranno il nostro domani, ma attraversano quella fase di vita in cui una “spintarella” può avere un effetto domino, in cui con lo stimolo sbagliato rischiano di perdersi in cattive strade, mentre seminare del buono può far germogliare piante ricche d’un prezioso raccolto.

Quale modo migliore dedicare un sabato pomeriggio piovoso a questi ragazzi se non indossando la giallona, il naso rosso e salire sulla claunmobile assieme a Muvi (pilota), Bicia (peso), Supergiù (contrappeso) e via diretti verso Porto dove  Pitusetta ci stava già aspettando.

Ripasso veloce della scaletta, suddivisione dei compiti e in men che non si dica i ragazzi iniziano ad arrivare e fa molto piacere vedere facce note che ci seguono dagli anni precedenti 😀

In tutto arrivano una trentina di sguardi che ci osservano con quel misto curiosità e imbarazzo. Il gruppo promette bene, non ci sono elementi particolarmente vivaci e si lasciano trasportare nei primi giochi di fiducia. Iniziano a lasciarsi andare e scoprono che gli piace farsi condurre ad occhi chiusi lasciandosi guidare dal dito del compagno, scoprono che fare i burattini può essere faticoso se il burattinaio vibra le braccia come ali e scoprono che scambiarsi di nome può far scherzi strani e di colpo ci si trova circondati da un esercito di Muvi (non servono commenti!) e qualche Cate (che manco esisteva) 😉

Tra risate e leggerezza scoprono quanto bello sia fare il proprio ritratto, appallottolare quel foglio e iniziare una guerra a perdifiato a palline di carta. Dopo essersi scatenati ognuno recupera una pallina, srotola il foglio e osservando l’autoritratto deve trovare chi l’ha fatto:  bellissimo e divertentissimo!

Tra un gioco e l’altro scoprono che l’omacece è meglio della biodanza (per i curiosi chiedere a Pitusetta) e iniziano a conoscersi, alcuni trovano già un buon feeling, altri hanno bisogno di un po’ di incoraggiamento e faticano a trovare tre qualità che li contraddistingue, ma alla fine tutti le trovano e iniziano ad avere un po’ più di fiducia in se stessi.

Di questo servizio mi porto a casa un bel po’ di leggerezza, sono partito sottotono, ma grazie all’energia di questi ragazzi ho proprio assaporato il calore dei loro sorrisi e sentire tra le loro condivisioni una frase del tipo “non sapevo cosa aspettarmi, ma ora so che tornerò anche la prossima volta” mi da conferma che Esserci è la soluzione!

Ringrazio i compagni di servizio e il mitico staff che ha organizzato tutto con ottime idee, non vedo l’ora di tornare!!!

E grazie a tutti voi perché siete la più efficace medicina che esista al mondo!

Un abbraccione

Cluan Azzurro